E’ da circa 1 settimana che se ne sentono di tutti i colori. Ogni testata giornalistica dice la sua. gMail: password rubate da hacker, Gmail sotto attacco e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.

Diciamocelo, il phishing e’ sempre esistito, per le Poste italiane, per le banche, per hotmail. Se fatte bene hanno buona possibilita’ che l’utente (o utonto) ci caschi.

Non e’ mica colpa di Google se la gente non sa’ riconoscere una pagina fake da una reale.

Poi il bello dei media e’ che ogni giornale e ogni blog si inventa una cifra, c’e’ chi dice che son state rubate 500 password, chi 30000 e c’e’ chi dice: migliaia di utenti in pericolo! Ma pericolo da cosa???


Su internet siamo tutti in pericolo, sempre, non solo quando i media danno le loro notizie!

gli esperti dicono: cambiate la password” ma diamine, ci vuole un guru per capire che bisogna cambiare password?? Io la password di Google la cambio una volta al mese!

Poi c’e’ chi dice “gli utenti utilizzano password deboli“: ma mi dite che cazzo centrano le password deboli con il phishing???

Col phishing, se il malcapitato ci casca, o ha una password chilometrica o breve e semplice, la password arrivera’ comunque al destinatario! Quindi non scrivete notizie a muzzo solo per avere una notizia in piu’ sul vostro giornale, solo perche’ ora va di moda questa notizia e allora la divulgate.

Non fate altro che riempire di idiozie il povero utente che per timore del phishing cambiera’ indirizzo di posta, perche’ crede che cosi’ e’ al sicuro.

Spiegate invece come combattere il phishing, come riconoscere una email fasulla da una vera, una pagina fatta in casa dalla pagina ufficiale di Gmail!

    Leave a Reply

    Your email address will not be published.

    You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>